Per il 2020, si conferma il riconoscimento della Bandiera Blu per Massa Lubrense, Piano di Sorrento e Anacapri.

La Bandiera Blu viene attribuita ogni anno dalla Ong internazionale FEE (Foundation for Environmental Education, Fondazione per l’educazione ambientale), che si basa sui prelievi delle Arpa, le agenzie ambientali delle Regioni.

La Bandiera Blu è un eco-label volontario per la certificazione di qualità ambientale delle località turistiche balneari, istituito nel 1987, Anno europeo dell’Ambiente, che viene assegnato ogni anno in 73 paesi.

Acque più pulite e il maggior rispetto dell’ambiente hanno premiato i comuni italiani che hanno ottenuto quest’anno il riconoscimento.

Un’importante notizia sta nel fatto che ci sono in Italia 12 nuovi ingressi e nessuna uscita.

Nel dettaglio le spiagge insignite della Bandiera Blu 2020 in provincia di Napoli sono:

  • Anacapri, che conferma il riconoscimento ottenuto la prima volta nel 2012, – Faro/Punta Carena, Gradola/Grotta Azzurra;
  • Piano di Sorrento – Marina di Cassano;
  • Sorrento – San Francesco/Marina Grande, Riviera di Massa;
  • Massa Lubrense – Baia delle Sirene, Marina del Cantone, Marina di Puolo, Recommone.

Tra gli approdi viene premiato il Porto Turistico di Capri.

Un risultato di squadra” ha detto il sindaco di Vico Andrea Buonocore che pone il territorio al centro delle sue attenzioni e che rappresenta un auspicio per la ripartenza.

A Sorrento “l’augurio è che questo riconoscimento possa aiutare la ripresa, spingendo tanti a preferire tale destinazione” commenta il primo cittadino sorrentino Giuseppe Cuomo.

A Massa Lubrense l’assessore al turismo Giovanna Staiano sottolinea “Un riconoscimento che dimostra che la nostra terra cammina con convinzione lungo il solco tracciato della sostenibilità ambientale”.

Tutto questo denota che l’ottima politica di rispetto dell’ambiente perseguita da queste località ha prodotto notevolmente i suoi risultati.