La riapertura della Grotta Azzurra, nel rispetto delle misure di sicurezza, segna un importante passo in avanti verso un ritorno alla normalità che appare comunque ancora lontana per l’isola di Capri.

La riapertura dei siti archeologici e museali era stata sollecitata precedentemente dalla delegazione dell’Unione nazionale consumatori dell’isola. La decisione della riapertura dei siti monumentali ed archeologici è stata presa mercoledì 17 Giugno durante una riunione svoltasi nel Comune di Anacapri.

Nella stessa giornata c’è stato anche un incontro con la cooperativa dei battellieri che accompagnano i turisti nella Grotta Azzurra, il prestigioso ninfeo di Augusto e Tiberio che cadde nell’oblio a metà del 1800 e che fu riportato alla luce dall’artista tedesco August Kopisch.

La Grotta Azzurra (clicca per vedere la scheda) ha una apertura parzialmente sommersa dal mare, dalla quale filtra la luce esterna che così facendo crea un’intensa tonalità blu, che rappresenta la caratteristica peculiare dell’antro.

L’attesa per tornare ad ammirare la famosa cavità carsica, terminerà il 1 Luglio 2020 con la sua riapertura al pubblico.

L’isola sta lentamente ritornando alla sua normalità anche se con fatica visto che molte strutture ricettive restano ancora chiuse.

Come visitare la Grotta Azzurra

Compagnia: Gruppo Motoscafisti
www.motoscafisticapri.com
Marina Grande – Grotta Azzurra: Euro 15,00
Barca a remi (Coop. Battellieri): Euro 9,00
Biglietto d’ingresso: Euro 4,00
Costo Totale per persona: Euro 28,00

Compagnia: Laser Capri
www.lasercapri.com
Marina Grande – Grotta Azzurra: Euro 14,00
Barca a remi (Coop. Battellieri): Euro 9,00
Biglietto d’ingresso: Euro 4,00
Costo Totale per persona: Euro 27,00

Visita alla Grotta Azzurra (via terra)

Barca a remi (Coop. Battellieri): Euro 9,00
Biglietto d’ingresso: Euro 4,00
Costo Totale per persona: Euro 13,00

Autobus Anacapri – Grotta Azzurra: scendere al capolinea.

L’ingresso è gratuito per i cittadini degli stati membri della CEE aventi età inferiore a 18 anni.